Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Percorso

Notizie

La fusione dei Comuni: per qualcuno rappresenta un capriccio politico di qualche sindaco, ma di fatto si tratta di una strategia, per dare continuità ai servizi al cittadino

Scritto da Giacinto Bonan

Se fosse stata proposta 20 anni fa sarebbe stata prematura.

Per i Sindaci di Povegliano, Ponzano e Villorba già il 12 di novembre del 2011 era cosa da fare al più presto possibile, proprio per continuare a dare i servizi alla cittadinanza e poter cosi accedere ai contributi Statali e Regionali per i 10 anni a seguire: 15 milioni di risparmi e contributi non sarebbero state noccioline. Con i tempi che corrono e con il continuo fabbisogno di risorse per la manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici scolastici e infrastrutture dei comuni.

Per Villorba e Povegliano un milione e cinquecento mila euro annui sarebbero stati molto utili. Purtroppo, invece di considerarlo un'opportunità,i consiglieri comunali all'opposizione, (e non solo dell’opposizione) hanno seminato tantissima confusione, arrivando ad insinuare che Villorba avrebbe pagato più tasse per ripianare i mutui accesi dal Comune di Povegliano. Abbiamo perfino sentito dire da una insegnante di ruolo, che Povegliano sarebbe stato più compatibile di far parte dei comuni della zona montelliana, e tante altre stupidità che non mi sarei mai aspettato di sentirle pronunciare da persone diplomate o laureate.

A quel punto l'elettorato non sapeva più cosa pensare.

Leggi tutto: La fusione dei Comuni: per qualcuno rappresenta un capriccio politico di qualche sindaco, ma di...

Gli animali domestici o amici a 4 zampe

Scritto da Giacinto Bonan

Sono convinto che gli animali debbano essere rispettati, ma non parificati al genere umano.
Confesso che nel nostro cortile di casa abbiamo 4 cani (di diverse taglie) e un gatto, faccio notare che ho dovuto recintare un'area davanti alla porta di casa, per proteggere il gatto e le tartarughe (acquatiche) da uno dei cani che e` particolarmente aggressivo. Come tutti sapranno per descrivere 2 persone che non vanno d'accordo si dice che sono come "cane e gatto". Questo va a dimostrare che gli animali tra loro non si amano. Considerato che mio genero è amante di animali, abbiamo 1500 metri quadrati di cortile pieno di altri animali tutti ben accuditi, e ogni uno di loro con il proprio istinto a seconda del loro modo di difendersi dalle aggressività degli altri, cerca quotidianamente di difendersi come meglio può e questa e` la legge della natura, fino a quando arriva il legislatore che con decreti, norme e leggi (per assicurarsi i voti degli estremisti) inventa i diritti degli animali, perciò quando viaggio in treno, rischio di sedermi dove era seduto un cane, un gatto, una scimmia, un agnellino; se viaggio in tram (rimanendo in piedi), il cagnolino della nonnina potrebbe prendermi per un palo della illuminazione pubblica e urinare sui miei pantaloni.

Leggi tutto: Gli animali domestici o amici a 4 zampe

L'invasione non e` composta da profughi

Scritto da Giacinto Bonan

Per il 90% e` composta da clandestini che si affidano a organizzazioni criminali (tutti lo sanno ma fingono di non sapere) che si fanno pagare: cioè coloro che si imbarcano devono avere migliaia di dollari per pagare il viaggio, di pochi chilometri, è sufficiente arrivare in acque internazionali, appena fuori dalle acque Libiche, e sono tutti nostri. Quando pagano migliaia di dollari per il viaggio non sono cosi poveri come qualcuno vorrebbe farci credere, e se ci sono dei minori non accompagnati c'è qualcuno che paga per loro, non abbiamo mai sentito dire che i genitori li cerchino attraverso l'Interpol o altre organizzazioni. In questi giorni si parla di rimandare indietro i non aventi diritto di asilo politico perché non provenienti da paesi in guerra (perciò migranti economici), atri sono provenienti da paesi con i quali esistono taciti accordi per lo sfruttamento di risorse naturali: cioè se li mandiamo indietro al paese di provenienza, saremo ricattati, questa dovrebbe essere la prova che ci siamo lasciati invadere, (purtroppo per noi la carità e la solidarietà è un pretesto; la verità è quella che non si dice, in certi casi sarebbe semplicemente merce di scambio).

Ed ecco che ci viene detto che dobbiamo pagare il loro paese perché se li riprendano. Tutto ciò considerato sembra che costoro siano abbandonati dal loro paese d'origine e non da noi. L'unica responsabilità che ha il nostro paese è quella di aver dato la gestione degli invasori a dei delinquenti. Si continua a dire che dobbiamo aiutare l'Africa, ma li c'è già in atto una sorta di piano Marshall, l'Africa è il continente più assistito sia in termini di aiuti umanitari che di cooperazione allo sviluppo. ma il problema è che una parte significativa di quel denaro non va a buon fine, tra corruzione dei governi e tribalismo che si alimentano reciprocamente. Bisogna smettere di buttare denaro a pioggia a popoli che non lo meritano. Tutto ciò va a dimostrare che dobbiamo aiutare solo i paesi che collaborano. In questi giorni c'è stato il problema della nave Aquarius, e mentre la gente a bordo si divertiva ballando a giocando, qualche buon tempone di giornalista (accompagnato dalla sinistra Italiana) si strappava le vesti per le sofferenze dei clandestini e sperava che ci scappasse il morto, cosi che si potesse attribuirlo al ministro degli interni Italiano. come mai che non se la prendono con gli scafisti? Che vergogna! A seguito di questi fatti, inneggiavano alla bravura della Spagna che li ha accolti; forse costoro sono appena sbarcati da un viaggio su Marte e non sanno come vengono accolti quando arrivano per penetrare a Cueta e Melilla; (territorio spagnolo) lì trovano una triplice barriera di filo spinato e coloro che riescono a superarla trovavano le pallottole della guardia Civil; Evviva la Spagna con tutti gli smemorati di sinistra.

Leggi tutto: L'invasione non e` composta da profughi

Nell'anno 1959 ho preso la valigia e sono andato in Francia

Scritto da Giacinto Bonan

Allora come ora il lavoro scarseggiava ed era mal retribuito.

Avevo 18 anni compiuti e volevo fare qualcosa per aiutare la mia famiglia (composta da Papa, Mamma mio fratello minore ed io) non eravamo poveri, semplicemente perché ci accontentavamo di quel poco che si aveva in quei tempi, ma non si intravvedeva un futuro migliore.

Dopo quasi 60 anni stiamo vivendo il medesimo dramma.

Per chi come me a suo tempo ha dovuto emigrare è deludente vedere i nostri giovani che dopo aver completato gli studi, essendosi diplomati o laureati, trovarsi nelle condizioni di doversi fare la valigia ed emigrare, accettando il primo lavoro che gli viene offerto, per potersi mantenere e nel frattempo cercare qualche impiego migliore.

Anche ora come allora, c’é qualcuno che riesce ad affermarsi e qualche altro, deluso, se ne ritorna a cas: non tutti abbiamo il senso di adattamento per certi sacrifici o umiliazioni.

Come è possibile che un paese come il nostro si lasci passivamente invadere dai popoli di altre nazioni, con il pretesto di essere rifugiati, quando tutti sanno che solo una minima parte può essere riconosciuta tale, mentre per il resto c'è di tutto e di più.

Leggi tutto: Nell'anno 1959 ho preso la valigia e sono andato in Francia

Se vogliamo imparare qualcosa dobbiamo studiare la storia, cioè partire da molto lontano

Scritto da Giacinto Bonan

Si potrebbe leggere la sacra Bibbia; li si trova un po di tutto, si apprende che certi popoli si sono spostati perché nelle tribù in cui si trovavano non c’era abbastanza spazio e cibo per tutti, e qualcuno tra loro cercava un posto migliore, altri se ne sono andati oppure sono stati cacciati via perché non volevano assoggettarsi al capo tribù, altri ancora si sono spostati a causa di eventi atmosferici, altri perché sono stati conquistati da popoli i quali li hanno soggiogati a schiavitù. Dunque i motivi sono abbastanza noti a tutti, anche se non tutti danno la medesima interpretazione. Con il passare degli anni si è capito che le pestilenze oppure il contagio delle malattie infettive era trasmesso da uomo a uomo oppure da animale a uomo. Nel secolo scorso la scienza medica ha messo a punto i vaccini così che nei paesi più sviluppati del pianeta è stata imposta la vaccinazione di massa, e grazie a queste iniziative molte malattie infettive sono quasi sparite,

Leggi tutto: Se vogliamo imparare qualcosa dobbiamo studiare la storia, cioè partire da molto lontano

I Fascisti (rossi) gridano attenti ai fascisti (neri) per mantenersi il potere assoluto

Scritto da Giacinto Bonan

Questi signori si fanno chiamare democratici ma di fatto sono comunisti, organizzano cortei e conferenze per puntualizzare le barbarie commesse dai fascisti, e non vogliono sentir parlare dei morti causati dalle barbarie dei comunisti. Senza voler fare il giro del mondo, basta e ne avanza, contare i morti durante l'impero Sovietico, i morti delle foibe nella vicina Jugoslavia, non che le esecuzioni fatte dai partigiani Comunisti Italiani: agli Italiani stessi, il più delle quali (ad oggi) sono rimaste impunite. A meno che non ci siano morti di serie a, b, c, il problema del nostro paese (per ora) non e` il ritorno del fascismo, e` piuttosto il permanere dei pendolari della politica (mi spiego) dal 1994 è nato (nel silenzio più assoluto) il partito dei

Leggi tutto: I Fascisti (rossi) gridano attenti ai fascisti (neri) per mantenersi il potere assoluto

Nostalgia di un passato ante-globalizzazione

Scritto da Giacinto Bonan
In altri tempi i bambini quando parlavano tra loro dicevano: "lo ha detto la mamma, oppure il papa`, la nonna, il nonno, la signora maestra o il signor maestro, poi si è arrivati al prof o alla prof, già con questa abbreviazione si perde parte del rispetto e della riverenza che in altri tempi era dovuta, (beati quei tempi), ora con il modernismo, siamo giunti all'estremo, cioè i genitori si sentono autorizzati di malmenare il Professore per aver rimproverato il figlio, quando in altri tempi avrebbero detto: "ha fatto bene il Professore e avrebbero ripetuto i rimproveri al figlio". Mi chiedo dov'è finita l'umiltà e il rispetto reciproco, pur troppo sempre più spesso ci troviamo di fronte a paradossi simili: ormai tutti si sentono autorizzati a pontificare, giudicare, condannare e condonare a piacimento; la società civile e religiosa ha perso la bussola ossia: se ci si esprime contro certi megafoni promotori della globalizzazione, ci viene detto che siamo razzisti; su questo capitolo ci sarebbe molto da dire.
La chiesa cattolica romana degli anni 50-60 con i sacerdoti e missionari presenti negli stati che abbondavano di emigranti Italiani, espatriati per motivi di lavoro, ci raccomandavano di prendere le distanze dai protestanti, e di non amoreggiare con loro, perché qualora ci fossimo sposti ci sarebbe stata la scomunica; mi chiedo da allora cosa è cambiato? Considerato che ora il Santo Padre ci incita a lasciarci invadere dai popoli mussulmani, predicando l'accoglienza e la fratellanza, mentre non viene chiesto a costoro di adeguarsi ai nostri usi e costumi.
Leggendo la Sacra Bibbia e il Vangelo c'è scritto di rispettare il prossimo, e il pellegrino, ma non ho mai trovato scritto che dobbiamo ospitarlo perché Tito Boeri ha bisogno di costoro per pagarci le pensioni, questi invasori piuttosto di rimpinguare le casse dell'I.N.P.S. , contribuiranno al loro svuotamento; l'unico riferimento che Gesù ci ha lasciato e quello di dare a Cesare ciò che è di Cesare, e a Dio ciò che e di Dio, cioè una divisione totale tra la chiesa e lo stato, mentre ora sta nascendo una vera e propria brodaglia, l'integrazione avviene solo quando il cittadino straniero si informa, e dimostra la volontà di pensare e agire da italiano. L'invasione è volta a impoverire il popolo italiano, ingrassare le cooperative amiche dei partiti e a sua volta finanziare la campagna elettorale dei compari, cosi da agevolare i ricconi del mondo, e schiavizzare la povera gente, privandola di gran parte dei privilegi fin ora acquisiti. Guardiamoci intorno, dal 2011 di quanto è diminuito il potere d'acquisto dell'euro?

Leggi tutto: Nostalgia di un passato ante-globalizzazione

Il ministro dell' interni per qualche giorno ha fatto credere che l' invasione era finita

Scritto da Giacinto Bonan

Purtroppo da un mucchio di chiacchiere non esce una frittella, e per fare le frittelle ci vogliono gli ingredienti, cioè: farina uova e altri ingredienti per seguire la ricetta prescelta, mentre per fare una frittata basterebbero le uova con un po' di olio, spiacente di dover constatare che questa compagine di governo non conclude un bel niente, tranne che litigare e contraddirsi (che delusione) e ora i clandestini non arrivano più dalla Libia, ma arrivano comunque dall'Africa e come prima da paesi che non sono in guerra, i non aventi diritto di avere lo status di profughi, non vengono rimandati al loro paese di origine qualcuno dopo essere stato accusato di una serie di reati, continua a delinquere e qualche altro meno fortunato viene espulso (naturalmente il governo si assicura che venga sbandierato ai 4 venti) mentre l'invasione continua, e l'ONU. accusa il nostro sgangherato paese di cattiva gestione del problema profughi, anche se profughi non sono.

Leggi tutto: Il ministro dell' interni per qualche giorno ha fatto credere che l' invasione era finita

Anche mio padre era stato contagiato dalla malaria

Scritto da Giacinto Bonan

Negli anni 30 il lavoro non cera, e se c’era veniva data la priorità agli appartenenti del partito al potere, (qui da noi venivano chiamati quelli con il cinturone nero) mio padre  che era contrario al regime fascista, come molti altri, non trovando lavoro, andò a lavorare nelle bonifiche puntine, l'obiettivo era avere un lavoro per poter mantenersi e guadagnare qualcosa anche per la famiglia numerosa, (6 fratelli orfani di madre) le condizioni di quei tempi erano disperate quasi per tutta la popolazione.

Leggi tutto: Anche mio padre era stato contagiato dalla malaria

Proloco

Scritto da Giacinto Bonan

Le opposizioni propongono ordini del giorno al Consiglio Comunale sul operato della Proloco; non e` una colpa l'essere giovani,ma l' essere in malafede si.

Oltre 30 anni fa la nostra Proloco era tra le migliori del territorio. organizzava la mostra mercato delle pesche, con mostre dell' artigianato locale, (forse ) con il contributo dell' amministrazione Comunale e l' associazione frutta amica, che già allora, proponeva il trattamento biologico dei frutteti e dei vigneti per offrire alla cittadinanza e al mercato prodotti biologici,dando avvio a una coltivazione di prodotti sani e privi di trattamenti tossici, ora non si coltivano piu le pesche, in compenso si e` intensificata la coltivazione della vite( e grazie all' impegno da parte di alcuni agricoltori che ci hanno creduto) anno portato nel mercato dei vini molto  apprezzati, in special modo dagli stati esteri vicini e lontani.

La mostra mercato veniva svolta nel parcheggio antistante il municipio, e le conferenze in sala consiglio.

Intorno agli anni 90 l'evento venne spostato nella zona industriale; tra via Edison e via Nobel, in 2 enormi tensostrutture le quali ospitavano: la mostra mercato delle pesche, il classico stend gastronomico e un terzo evento che venne chiamato Big Best Expo; cioè una grande mostra di rettili e dell'artigianato locale; tutto sommato il risultato, sembra non abbia raggiunto le attese, tant’e` che a seguito di questo evento, sembra che il Consiglio Comunale abbia dovuto riconoscere un corposo debito fuori bilancio perché (forse) l'Expo era promosso dall'amministrazione Comunale e a detta di qualcuno cera stata una truffa sull'organizzazione, allora non facevo parte del Consiglio Comunale ( fortunatamente per qualcuno, in quel periodo al Consiglio Comunale non cerano i Giustizialisti) ma cera il co. re. co.,il quale ha approvato la copertura. finanziaria. L' anno successivo e` stato ripetuto nello stesso luogo; alla poca partecipazione, si e aggiunto un temporale che ha causato danni alle strutture, che sono state distrutte e cosi si e` concluso (in rosso) l'operato della prima presidenza Proloco.

Leggi tutto: Proloco

Di questi tempi, i politici fanno le gare a chi la racconta piu grossa, e l' indomani qualche altro la smentisce

Scritto da Giacinto Bonan

Abbiamo visto il premier Paolo Gentiloni, con il presidente della coalizione Libica che firmavano il protocollo d'intesa per bloccare sulle coste libiche il flusso di richiedenti asilo politico, che io definisco gli invasori, con la complicità dei governi che hanno votato per un mondo senza frontiere, però quando arrivano sul suolo Italiano li accettiamo, li rifocilliamo, li mettiamo nei centri di prima accoglienza, anche se rifiutano di esibire i documenti, o le loro generalità, e per andare incontro ai loro disagi il nostro governo ha abolito il reato di clandestinità,(votato a larga maggioranza) naturalmente se poi scappano dai centri di accoglienza; quando arrivano al confine con la Francia, Svizzera,o Austria ce li restituiscono; con la massima onestà, in osservanza del comandamento che dice: non rubare il clandestino d' altri. Anche la signora Merkel ha dichiarato che presto rimpatrierà i non aventi diritto di asilo, restituendoci quelli che sono sbarcati in Italia. la notizia era stata accolta con un certo entusiasmo da quasi tutta la popolazione, ma prontamente l'indomani un ministro del governo ha detto che il traffico di migranti non può essere fermato, (lo ha detto il personale di Frontex) smentendo la presunta volontà del governo, sembra che l' agenzia (per l' invasione) cioè Frontex. abbia informato il governo Italiano, che ci sono 180.000 esseri umani pronti ad invaderci, perciò i centri di accoglienza dovranno munirsi di letti a castello, a più piani. In tutti i modi come facciamo a conoscere la verità?

Leggi tutto: Di questi tempi, i politici fanno le gare a chi la racconta piu grossa, e l' indomani qualche...

E` giunta l'ora dei populisti, le èlite tremano ; scriveva il quotidiano: LA VERITÀ del 21 01 2017

Scritto da Giacinto Bonan

Spero tantissimo che sia vero.

Il dubbio mi assale quando penso: abbiamo noi un Donald Trump? che ha il coraggio di dire quel che pensa della nostra classe dirigente? e che direbbe  puntualmente al popolo Italiano, cosa farebbe il giorno dopo la sua elezione, e che come Donald Trump eseguirebbe alla lettera quello che ha promesso durante la campagna elettorale? Sarebbe la volta buona per la vera riforma che serve al paese. Forse per il fatto che ci sono troppi partiti e movimenti l'impresa si rende praticamente impossibile, ecco perché io personalmente non credo alle coalizioni, sarei  più disposto alle liste civiche (VERE e non composte da persone con la tessera del partito nascosta nel cassetto), ma non alle coalizioni di partiti; oppure costituire una coalizione seria che si presenti con un programma serio e definitivo (cominciando con la riforma delle Regioni, eliminando le Regioni di serie A.B.C. rendendole tutte autonome con gli stessi diritti e i medesimi doveri), per un cambiamento radicale del paese, senza dover tutelare gli interessi di qualcuno, a scapito degli interessi della Nazione. con una legge elettorale che imponga il vincolo di mandato, cioè che non permetta ai deputati e senatori di vendersi al miglior offerente, personalmente definisco coloro che cambiano schieramento durante il mandato, imbroglioni, mancanti di rispetto ai confronti dell'elettorato, purtroppo, molti di loro sono solo degli opportunisti, che imbroglierebbero anche la propria madre.

Leggi tutto: E` giunta l'ora dei populisti, le èlite tremano ; scriveva il quotidiano: LA VERITÀ del 21 01 2017