Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Percorso

Guardiamoci intorno

Scritto da Giacinto Bonan

L' ambiente non ha bisogno di eroi, ma piuttosto di un popolo che si assuma le proprie responsabilità, cambiando i modi di pensare e agire senza scarica barile, ma semplicemente riciclando il piu possibile per arrivare in fretta a RIFIUTI ZERO. Da tempo siamo a conoscenza del problema; serviva proprio sfruttare l'innocenza di una povera ragazzina per far conoscere un grande problema? Non sarebbe stato meglio organizzare in tutte le Regioni--Provincie e Comuni la raccolta differenziata invece di trascinare in tutte le città una marea di giovani e buontemponi a formare cortei per sensibilizzare la popolazione sulle condizioni di madre terra? Sfilando nelle strade dei capoluoghi e della capitale la quale era già piena di rifiuti indifferenziati? ( che vergogna per Roma Capitale e i suoi abitanti.)

I giornaloni e le televisioni avrebbero potuto mettere in evidenza i risultati raggiunti dai comuni che da anni hanno adottato il sistema di raccolta differenziata, raggiungendo e superando l'85% di rifiuti riciclati,(il ministro dell'ambiente ha già preso visione dei risultati ottenuti) invece di riprendere con le telecamere, i risultati di una carnevalata; magari Informando la popolazione Italiana sugli stati che inquinano di piu l'atmosfera terrestre cioè Cina, India e anche la civile Germania. Invece di attribuire tutti i torti al presidente del Brasile perché sta bruciando la foresta dell'Amazzonia, quando di fatto tutti gli stati confinanti fanno la stessa cosa, l'unica differenza è che il presidente Bolsonaro è di destra, mentre gli altri presidenti sono di sinistra. E mentre noi con il decreto mille proroghe finanziamo la bonifica delle terre dei fuochi; dall'altra continuano a creare discariche abusive e in continuano a incendiare la spazzatura indisturbati, come sempre.
Pur troppo in quel giorno senza accorgersi, hanno voluto dimostrare che le nazioni unite sono formate da parrucconi del ventunesimo secolo senza un minimo di dignità, a lezione da una ragazzina indottrinata dai soliti venditori di fumo imbottigliato (in un contenitore D.O.C.) fin troppo evidente. Le crociate dei bambini finiscono sempre male, scriveva un un quotidiano nel lontano 1200, mentre Francesco d'Assisi cominciava, con umiltà, a guadagnarsi il pane quotidiano, con il lavoro umile e costante; un pastorello francese di circa 12 anni chiamato Stefano, si presentò a Filippo secondo, Re di Francia, con una lettera da parte di Cristo in persona. Gesù in una apparizione lo incitava ad organizzare una nuova crociata; Naturalmente senza i megafoni dei nostri tempi si dice che riusci a sensibilizzare circa 30.000 adolescenti, qualche sacerdote, qualche giovane un po più maturo e qualche pellegrino. L' obiettivo era di arrivare a Marsiglia per poi attraversare il mare come fece Mosè per uscire dallpEgitto con i discendenti di Abramo.
Considerato che la nostra eroina non e` ispirata da Gesu chi saranno i manipolatori? Se ci sono offerte oppure interviste a pagamento chi sara il cassiere? Considerata la popolarità della ragazzina forse, sarà per quello che il grillo parlante vorrebbe far votare i sedicenni? e togliere il diritto di voto ai pensionati (geniale solo lui poteva arrivarci), per fortuna il premier ci sta pensando (Dio ce la mandi buona).
Ogni volta che ci si lamenta dell'Europa matrigna ci rispondono che grazie all'Unione degli stati europei non abbiamo più avuto guerre (questa magra consolazione ci fa dimenticare che intorno al globo terrestre ci sono guerre di ogni genere) facciamo due passi verso l'Africa, fino pochi anni fa la Libia godeva la pace e prosperava con un buon livello di vita per la popolazione, ma ai furbi d'Europa (e non solo) non andava bene perché la Libia aveva sottoscritto alcuni accordi con il governo Italiano, per il rifornimento di metano e greggio, incluso il blocco dell'immigrazione clandestina. Pur troppo per noi, questi accordi non erano graditi dalla Francia, Germania e Regno Unito, inclusi gli Stati Uniti d'America, che con un pretesto hanno voluto destabilizzare la Libia per lucrare con il sangue e le sofferenze della povera gente. Tutto sommato se per molti anni la sinistra Italiana accusava gli Stati Uniti d'America di essere guerrafondai, da quel momento i guerrafondai erano i nostri alleati Europei i quali volevano tutto per loro (bella alleanza, Egalite Fraternite Liberte): perché l' ONU continua a guardare dall'altra parte?
In questi giorni abbiamo assistito all'arroganza del sultano Erdogan, contro il popolo Curdo; ecco che tutti invocano l'intervento dell'ONU il quale nella sua inutilità è impotente, anzi allìordine della U E di cessare il fuoco e ritirare le truppe, la Turchia ci ha minacciato di farci invadere da tre milioni e seicentomila clandestini mantenuti a spese della U.E.
La beffa è che tutti gli stati producono armi di ogni genere e per venderne ancora devono essere usate per la distruzione, di altre nazioni e popoli; per poi venderne di nuove e più moderne, cioè tutto sommato il mondo è governato da una massa di ipocriti i quali sono convinti che il popolo sia composto da miliardi di imbecilli pronti a credere tutte le falsità che giornalmente ci propinano attraverso l'informazione manipolata e controllata. Mentre la povera gente muore sotto i bombardamenti, di conseguenza creando altri sfollati e profughi, cioè povertà creando cosi il pretesto e la necessita di trasferirli in Europa per dare continuità all'invasione, e l' opportunità agli scafisti di spogliarli di ogni bene in loro possesso, imbarcandoli nei gommoni (insicuri), per poi trasbordarli nelle navi delle ONG, le quali con interpretazioni (di comodo) del codice de mare li portano a Lampedusa.

Gran parte di questi sono privi di documenti di riconoscimento, perciò clandestini i quali possono dare alle nostre autorità le generalità che vogliono, già, tanto per l'Europa sono clandestini, perciò restano a carico nostro, e anche se scappano in qualche stato Europeo, (per raggiungere i loro famigliari) ce li rimandano indietro, succede molto spesso perché coloro che ci hanno governato nel passato hanno sottoscritto i trattati con i piedi.

Spero che presto venga fatto un referendum per il mantenimento dei clandestini, cosi che tutti coloro che sono favorevoli all'invasione votino si e siano obbligati a pagare la tassa di mantenimento dei clandestini in base al reddito e agli immobili di loro proprietà. ( sarebbe la famosa tassa di scopo)
Esempio: sapete come sono nate le parrocchie nei nostri territori? Gruppi di cittadini che volevano formare una parrocchia facevano richiesta alla curia vescovile, la quale chiedeva un impegno da parte dei cittadini che possedevano immobili di sottoscrivere un accordo con la Diocesi autotassandosi per il mantenimento del parroco e la costruzione degli edifici necessari, cioè per l'abitazione del parroco e per il culto cioè: casa canonica la Chiesa e il campanile che a sua volta diventava motivo di orgoglio per coloro che lo costruivano più alto e più bello. L'autotassazione (annuale) avveniva attraverso la cessione volontaria di un quarantesimo dei prodotti della terra, chiamato il “quartese”; oppure il “testatico”, il quale era costituito da un contenitore di circa 5 litri di granaglie pro capite, per ciò se il raccolto era abbondante le entrate della parrocchia erano maggiori con il “quartese”, mentre il testatico era una quantità fissa. Se in tempi passati, per raggiungere il potere, i regnanti, per raggiungere lo scopo usavano anche le stanze da letto; ai nostri giorni sembra che si usino le università. Dal sottobosco della politica si apprende che il palazzo abbia usato la LINK University per selezionare il personale di prestigio volto a occupare i posti chiave. ( il Superman) Tale università si e` specializzata nella creazione di voltagabbana pronti a salterellare qua e la come le cavallette, occupando posti di grande visibilità, (causando enormi danni grazie alla loro incapacità nel gestire il paese) con la benedizione dei poteri forti e del palazzo delle nebbie.
Poveri noi, tutto ciò accade mentre il paese sta sprofondando nella miseria tra opere finanziate che non partono, fabbriche che minacciano di chiudere, Alitalia che continua a operare in perdita, con migliaia di esuberi ipotizzati e il governo propone di nazionalizzare l' ex ILVA quando tutti hanno la prova provata che lo stato non e` nemmeno capace di far funzionare i ministeri, i quali se fossero gestiti bene, da soli avrebbero migliaia di esuberi di incapaci raccomandati e nullafacenti. Spero tanto che almeno la Chiesa faccia rispettare la religione dei nostri padri e nonni. Ogni commento sarebbe superfluo