Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Percorso

Buon anno: tutti criticano e giudicano gli altri, e non guardano se stessi; ogni uno racconta la propria verita

Scritto da Giacinto Bonan
E` mai possibile che prima di accusare o dubitare dell'onesta degli altri, non si possa scrutare noi stessi e  coloro che ci circondano? Da alcuni anni in questo paese è nato un movimento politico, che senza mezzi termini, accusa tutti gli altri partiti o movimenti di una miriade di nefandezze, che riguardano un po tutti, gli altri partiti, con questo non voglio dire che certe cose  non siano vere, anzi lo condivido; ( si raccontava che Napoleone Bonaparte era andato dal suo sarto personale per farsi fare un vestito, portando lui stesso il tessuto, disse: buon uomo mi raccomando di risparmiare tagliando la stoffa, perché dovrebbe essere sufficiente per confezionare 2 vestiti, perché si va dicendo che voi sarti siete tutti ladri; sorridendo replicò il sarto: tutti no ma Bonaparte SI.
Al di la delle critiche non ho ancora capito quale sia il programma di costoro, tranne che demonizzare l'operato degli altri, (se è vero che il buon giorno si vede dal mattino, dai risultati degli ultimi mesi, direi che è ancora notte (vedi Roma) qualcuno ha capito qual'è la loro proposta? Propongono il reddito di cittadinanza senza dirci come viene finanziato? (è paragonabile alle sparate di Renzi) perché non propongono il  paradiso? Un po' come fanno tutte le sette religiose, io vorrei puntualizzare, che tutti conoscano il problema, e fin qui siamo d'accordo, ma il popolo ha bisogno della soluzione. Per me il vero problema è il centralismo, ma se mi guardo intorno, tranne che un movimento tutti gli altri sono centralisti; con il P.D. in testa, che ha cercato in tutti i modi di  togliere l'autonomia delle regioni a statuto ordinario, senza toccare le Regioni e Provincie autonome (cioè  peggio della Monarchia dei Savoia), battezzandolo con il nome di ammodernamento del Paese. Le bugie hanno le gambe corte, se l'ex Premier avesse toccato minimamente le  provincie e le regioni autonome non avrebbe avuto i numeri in parlamento, ecco che questo atteggiamento non può essere definito moderno , ma ben si il ritorno al  passato dimostrando di essere un venditore di specchietti per le allodole, con le sue proposte strampalate. Leggendo il quotidiano (La Verità) ho trovato la confessione di un Politico (con lunga permanenza in parlamento) che si lamentava per le critiche rivolte alla categoria. Questo onorevole ha iniziato dichiarando che un deputato del parlamento Italiano percepisce uno stipendio di Euro 11.700. mensile diviso in 3 parti come segue : Euro 4.000. sono per stipendio mensile, 4.000. per il soggiorno a Roma, e 3.700 per l' ufficio elettorale nel collegio elettorale e collaboratori.
Credo che in aggiunta a queste cifre ci sia il compenso per la partecipazione alle varie commissioni (sempre che vi partecipino) che come spesso accade, si fanno registrare come presenti, e poi escono per i cavoli loro senza contribuire minimamente alle proposte giacenti all'ordine del giorno.   
Non è il compenso che  mi scandalizza, se penso che molti deputati e senatori sono laureati e o liberi professionisti; certo che se fossero dei "piazzarotti" disoccupati senza arte ne parte sarebbero strapagati, ma in quanto eletti dal popolo ritengo che debbano essere rinumerati a pari degli altri, se poi consideriamo che lo stipendio dei magistrati è equiparato a quello dei politici, sono certo che non cambierà mai; perché sara dichiarato incostituzionale dalla stesa corte costituzionale (composta da magistrati).
Il problema non e` questo, ma piuttosto la cattiva amministrazione delle risorse, e delle scelte che di volta in volta vengono fatte; esempio; avere falsato i conti (anno 1999) pur di entrare a far parte all'euro zona (01--01--2002), creare un debito pubblico che continua ad aumentare a dismisura e che ci obbliga ad andare a Bruxelles e a Berlino con il cappello in mano a chiedere flessibilità, facendo promesse che non riusciremo a mantenere, continuare a fare promesse ai giovani e agli anziani di contributi agli uni e aumenti agli altri, senza avere la copertura finanziaria, lasciare le scuole senza professori al nord e con esuberi al sud, elargire contributi a Roma capitale che sembra il pozzo di san patrizio (cioè senza fondo), dicevano che erano necessari per sistemare la Capitale e invece non era vero, anche se con il primo Consiglio dei Ministri del Governo Monti il super finanziamento e` stato dato, e da ciò che abbiano potuto costatare; il finanziamento è servito per scrivere ROMA CAPITALE nelle uniformi e nei mezzi della pulizia municipale, in quanto al resto le condizioni della Città sono peggiorate. Il commissariamento e la nuova Giunta è come non ci fossero mai stati; hanno continuano a farci invadere da popoli che non sono ne perseguitati, e che non fuggono dalle guerre, (come ci vogliono far credere) lasciando liberi di vagabondare per l'Italia e l'Europa 30.000 clandestini non identificati, per poi  obbligare i sindaci (attraverso lo strapotere dei Prefetti) di farsi carico di ospitare gli invasori, (e se non siamo d'accordo ci definiscono razzisti). Perché non diciamo la verità? Se una famiglia fugge dalla guerra, si presume ci sia il capofamiglia con la moglie, (mogli nel caso loro) figli, forse i genitori; ma se ci soffermiamo a contemplare le persone che andiamo a prelevare nelle acque territoriali Libiche, ci accorgiamo che sono quasi tutti ragazzotti giovani  ben vestiti e muniti di smartphone; ai me qualcuno ci sta prendendo per degli  imbecilli, forse un gran numero di elettori lo e`, visto e considerato che sono stati in parte eletti, oppure fuori usciti da altri partiti formando una maggioranza variabile (oppure ricattatoria) che ci sta portando alla rovina; vedrete che in poco tempo passeremo a un governo totalitario, (modello Turco) e senza colpo ferire per fortuna, e senza comperarci il biglietto del treno ci troveremo in Eurasia;  cioè via i campanili e avanti i minareti.
Propongo un'altra piccola osservazione: avete visto che i sinistroidi non sanno perdere? Questo non avviene solo nel nostro paese, ma anche negli stati uniti d'America, il Presidente uscente ha voluto lasciare la sua firma pro islam per fare un dispetto al neoeletto presidente Tramp (buon sangue islamico non mente). Avete capito chi ha voluto destabilizzare la Libia? Per farci invadere dai Mussulmani? Tutte le guerre che ci sono non vengono fatte per la libertà e democrazia dei popoli ma per curare i propri interessi e per vendere armi.