Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Percorso

Tra il SI e il NO spero che a prevalere non sia il Non So

Scritto da Giacinto Bonan
Da sempre l'elettorato viene usato dai Politici, attraverso la comunicazione che esalta i benefici e nasconde i trabocchetti, cioè sbandierando ai 4 venti le verità modificate (bugie) ; sembra che il nostro premier Renzi detenga il primato Italiano in assoluto.
La modifica del articolo V della Costituzione e la legge elettorale, dettata e benedetta dall' ultimo monarca in vita,cioè Sua Maestà Re Giorgio.
Confesso che la gran parte degli elettori non conosca i contenuti del articolo V ne tanto meno le modifiche miracolose inserite nella rinnovata costituzione proposta dalla maggioranza;  Mentre il Premier Renzi con grande copertura mediatica vuole far leva sui risparmi derivanti dall'eliminazione dei costi del Senato, (finirà per essere come l' abolizione delle Province tante chiacchiere, zero risparmi lasciando un ente periferico con compiti definiti necessari e con le risorse in continuo calo) purtroppo nel nostro paese c'e` il vizio di mantenere in vita anche gli enti inutili),
lasciando tutte le poltrone alla camera dei deputati, la quale assieme al presidente della Repubblica avrà il potere assoluto, rinnovando il nuovo  indiscusso centralismo Romano, cioè una dittatura mascherata da democrazia. E questi sono quelli del Si, tra questi si annidano coloro che dicono: sappiamo che la riforma non'e proprio quella che ci vorrebbe, ma piuttosto che niente, sembra si accontentano anche di un papocchio.
Ora vorrei spendere qualche parola su quelli del No.
Questi essendo espressione di alcuni partiti e movimenti, avrebbero i numeri per stravincere,pero tra loro ci sono anche quelli che in altri governi hanno  tradito, speriamo che questa volta non sia cosi, poi ci sono gli indecisi che sono coloro che non hanno capito che votando Si, o rimanendo a casa, mettono una pietra tombale alla democrazia, considerato che già ora ne abbiamo poca, grazie al capio al collo che ci e stato messo da Bruxelles e da Francoforte.
VENETI se volete avere la possibilità di di scegliere attraverso un referendum per la nostra AUTONOMIA
andate a votare e votate NO