Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Percorso

Non tutti i politici sono degli irresponsabili

Scritto da Giacinto Bonan
Ma quando si tratta di assicurarsi il voto per essere rieletti ogni iniziativa può portare qualche voto in piu.
Sabato 27 agosto, sul quotidiano libero a pagina 11 leggo: folle il congedo mestruale, Questo e` il parere della presidente di Unindustria Treviso; Maria Cristina Piovesana (una follia); parere che condivido, naturalmente l'intervista e` stata fatta dalla giornalista Brunella Bolloli e le risposte sono ben articolate, ma per non essere noioso, non le vado a scrivere.
E` mai possibile che 4 parlamentari del P.D. (una delle quali Trevigiana ed ex Sindaco) con tutti i problemi del paese, non abbiano altro da proporre al parlamento Italiano, se non una proposta di legge del genere? L' ordine della scuderia e`: inventatevi qual' cosa che vi giovi alla visibilità, perche abbiamo bisogno di voti per essere rieletti; detto fatto, queste 4 signore, propongono la legge sul congedo mestruale, sembra l'unico problema del paese,(Romina Mura, Maria Iacono, Daniela Sbrollini e Simonetta Rubinato) e ora come se non avessimo abbastanza problemi, si aggiunge il terremoto del centro Italia, con quasi 300 morti, molti feriti, e  potenziali invalidi, sfollati privi di una abitazione e quasi di tutte le infrastrutture necessarie per raggiungere i luoghi del disastro e per rendere possibile la ricostruzione; e ora considerato che le casse sono vuote e` probabile che vengano imposte ulteriori tasse oppure l'aumento di quelle già esistenti, cosi passiamo da un paese in braghe di tela, a un paese in mutande, e cosi tutte le promesse fatte da questo governo finiranno per essere archiviate, inclusa la legge elettorale? forse considerata L'emergenza del momento torneremo al mattarellum (facciamo come l'economia del paese, invece di andare avanti, si torna indietro.
Scusate il commento, ogni tanto un amico Italo Canadese mi scrive chiedendomi: come vanno le cose in Italia? e io puntualmente rispondo: peggio dell' anno scorso ma meglio dell' anno prossimo.
Spero tanto che nel futuro cambi, ma per ora e` cosi.
Vi confesso che non sono depresso, ma per come funziona questo paese sono schifato.
Basta ascoltare i telegiornali: in 4 giorni sono arrivati 13.000 profughi (altro non sono che forze di occupazione) tutti giovani che chiedono asilo, e anche se una piccola parte avrebbe il diritto di rimanere, perche  gli altri sono dei clandestini da rimpatriare al loro paese d' origine, tra non molto tempo verrà fatta una mega sanatoria e subito dopo inizieranno a fare richiesta per il ricongiungimento famigliare faranno perfino carte false per farli sembrare legittimi famigliari e i 150.000 diventano 300.000 poi 600.000 poi 1.200.000 poi continueremo ad impoverire fino a quando noi diverremo la minoranza del paese, dopo di che ogni azione che vorremo intraprendere sara inutile perche loro ci supereranno, numericamente e il bel paese sara` ricompreso con il nord Africa.