Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Percorso

Quando in una nazione c'e` la democrazia

Scritto da Giacinto Bonan

Ai cittadini del Regno Unito è stato dato il sacrosanto diritto di scegliere se rimanere all'interno della burocratizzata Europa, dei tecnocrati, oppure uscire e nonostante le grida disperate degli esperti (che io definisco opinionisti). Hanno scelto di uscire; beati loro! Noi ci siamo entrati con il governo Prodi (falsando i conti altrimenti non saremmo mai entrati) e da allora siamo caduti dalla padella, alla brace cioè mentre prima giocando con la liretta al ribasso riuscivamo ad essere competitivi, esportando il nostri prodotti del manifatturiero e agro alimentare, in molti paesi UE e fuori, UE oggi con l'euro, i partner Europei ci Hanno messo fuori gioco; e da allora abbiamo iniziato a scivolare sempre più in basso impoverendo la popolazione sempre di più, con il debito pubblico in  continuo aumento, e come se non bastasse ci è stato imposto il governo dei tecnici, i quali non hanno risolto nessun

problema, anzi ne hanno creato degli altri problemi; tra i primi decreti i finanziamenti a Roma Capitale denaro buttato, creando  un buco nel' acqua, tagli lineari agli enti pubblici, virtuosi o spreconi, requisizione di tutte le tesorerie, centralizzando tutto a Roma, ciò nonostante il debito pubblico continua ad aumentare, i senza lavoro continuano a crescere il potere d'acquisto del' euro continua a diminuire, il prodotto interno lordo non aumenta, l'attuale governo continua a sbandierare le grandi riforme costituzionali una tra tante la riforma elettorale (che serve esclusivamente a loro per mantenersi il potere per i prossimi 20 anni, oppure fino alla rivoluzione, Germania  permettendo) in quanto alle riforme ritengo siano necessarie, pero la madre di tutte le riforme deve essere il federalismo delle Regioni, cioè lo stesso federalismo con le stesse norme i stessi diritti e i medesimi doveri, se poi invece di chiamarlo federalismo lo vogliamo chiamare autonomia, tanto meglio l'importante é che non continuino ad esserci le disuguaglianze in essere, che gridano vendetta, E poi ogni consiglio regionale dovrà dimostrare ai suoi cittadini come spende o sperpera le proprie entrate e uscite cosi che i cittadini possano valutare, se riconfermare o mandare a casa chi li governa, mettendo in netta evidenza la meritocrazia per coloro che lavorano bene, dando un calcio nel sedere ai spreconi, disonesti, mafiosi, camorristi, affaristi, faccendieri, dirigenti, e dipendenti che fanno affari sulla pelle dei contribuenti; come sta avvenendo da sempre, mettendo in cattiva luce tutte quelle brave persone che giorno dopo giorno danno un ottimo servizio alla cittadinanza.
 Le televisioni o programmi televisivi, possono essere educativi se condotti da persone intelligenti e ben informate; sulla Brexit non ce stata data nessuna notizia sostanziata da numeri ed eventuali scenari sul dopo Brexit, ma solo terrorismo mediatico, sembrava che all'indomani di tale evento succedesse un finimondo; certamente c’è stata una flessione sulle borse Europee e non solo, ma il tutto continua ad essere controllato dal grande interesse internazionale cioè dai grandi banchieri, che sono coloro che vogliono farci invadere di disperati, cosi che tra non molto tempo  avremo i nostri afro Italiani con problemi di razzismo al contrario.
Perché non ci guardiamo d' intorno? non ci bastano forse gli esempi? cos'altro vogliamo? perché allora non formiamo un fronte comune contro questa invasione senza precedenti, messa in atto dai stessi cervelloni che hanno creato il super Euro (moneta ipotetica) che ci ha impoveriti, che ha creato disoccupati, esodati, chiusure di fabbriche, laboratori, artigiani, commercianti, falliti e mendicanti e come se tutto ciò non bastasse continuiamo ad essere invasi da clandestini profughi veri e non veri spendiamo i soldi per mantenerli attraverso le cooperative e molte delle quali continuano ad incassare i soldi anche se gli individui non sono più presenti nei centri di accoglienza, e il popolo bue continua a pagare le tasse a un governo rappresentato da un presidente del consiglio che continua a parlare di riforme e crescita, quando di fatto le riforme che ha fatto servono solo al suo governo, mentre l'unica crescita che continua ad essere è quella delle tasse e del debito pubblico.
Nel frattempo nel cuore della grande Europa continuano ad arrivare notizie di attacchi da parte di fanatici che ammazzano le persone :sparando, sgozzando oppure investendo con un camion, famiglie che escono di sera per festeggiare con orgoglio un evento di portata nazionale; in tutti i casi gli attentatori, fin ora erano e sono persone che hanno goduto di tutti i benefici che il paese ospitante o nativo offriva, senza distinzione di credo o provenienza. Oggi il Santo Padre ha dichiarato che il mondo è in guerra, e che non è una guerra di religione, forse ha ragione, forse è vero solo in parte, ma quando uno o più individui, mentre uccidono persone innocenti gridando (Alla` Akbar) come devono essere chiamati? fanatici, assassini comuni, macellai, tagliagole, bombaroli, boia, in base a quale principio e per quale motivo uccidono? forse perché è scritto nel Corano? si sentono autorizzati di uccidere barbaramente i Cristiani, oppure tutti coloro che non la pensano come loro? Il Santo Padre ha la missione di salvare le anime dall' inferno divulgando il messaggio di Pace, Misericordia, Amore e solidarietà tra i popoli della terra, ma per quanto tempo dobbiamo pazientare ancora porgendo l'altra guancia? A questi barbari, assetati del sangue dei Cristiani? Perché non vogliamo capire che questi angeli di Satana vogliono distruggere il Cristianesimo per sottometterci al loro schiavismo? osserviamo per un momento le leggi che vengono approvate e applicate con fermezza nei loro paesi, inclusa la pena di morte (esempio: la cronaca delle settimane scorse ci informava che il fratello uccideva la sorella perché vestiva e si comportava troppo all' occidentale, disonorando la famiglia) e poi spendiamo soldi per l'integrazione, questa gente non si vuole integrare, ma vuole convertire noi all'Islam.
Dopo anni di invasioni nei giornali di oggi (06/08/2016) appariva un articolo: dietro gli sbarchi c'è l'ISIS onestamente sembra la scoperta dell' acqua calda.