Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Percorso

Ogni giorno che ci alziamo dal letto ci troviamo con una nuova tassa oppure un nuovo taglio

Scritto da Bonan Giacinto
Il governo mentre da una parte della bocca il Presidente del consiglio annuncia alle famiglie Italiane di abolire la tassa sulla prima casa, tutta la popolazione responsabile si e` chiesta dove andrà a prendere i soldi per compensare i comuni per il mancato introito? Detto fatto; nella settimana tra il   20 e il 25 luglio e` stata istituita la la tassa dell'aria fresca o calda che sia su tutti gli impianti di condizionamento superiori a 12KW mentre lunedì 27 luglio viene l'annuncio sempre dalla bocca del presidente che il servizio sanitario nazionale cio e`i medici, di base devono prescrivere meno analisi e meno visite specialistiche, non si capisce con che criterio cio possa essere regolamentato, prendo atto che il risparmio sarebbe una cifra consistente, cioe` (10 miliardi) e nello stesso tempo fantasiosa, non conoscendo in che modo verrà disciplinata la procedura, e in quale circostanza il medico di famiglia dirà non servono le analisi o una visita specialistica oppure se tali prestazioni saranno tutte a pagamento per generare il risparmio di 10 miliardi di euro; ma il ministro della salute pubblica lo ha già vincolato per la ricerca. A cosa serve la ricerca se il servizio sanitario torna al livello degli anni 50? quando la povera gente non poteva permettersi nemmeno le visite mediche, figuriamoci le visite specialistiche oppure i medicinali. Per qualche persona il caldo ha avuto effetti devastanti.
Ieri 27-07-2015 in occasione della festa dell'unità,  il Presidente della repubblica, ha mandato un messaggio al sindaco di Roma, (capitale degli sprechi ) basta che lo chieda noi siamo disposti  ad aiutarlo; ed ecco l`esempio, tagliano sulla salute pubblica e dall'altro lato, buttano via i soldi per rianimare un cavallo morto.
Recitava un vecchio proverbio: anche se cambi il mulino, il mugnaio non cambia mai.
Tutti i governi che si sono succeduti dall' anno 1970 ad oggi hanno avuto una forte attenzione volta a conservarsi il potere, aumentando il debito pubblico finanziando progetti faraonici (in molti casi inutili e abbandonati) con l'unico obiettivo di conservarsi i consensi, e nonostante che la UE Nell' autunno del 2011 ci abbia commissariati il debito pubblico continua ad aumentare,le spese dello stato continuano a lievitare, coloro che ci governano non la smettono di raccontarci le fiabe (trattandoci da imbecilli) mentre il fondo monetario internazionale ci ha messo ultimi in classifica, a pari merito con il Portogallo.
Intanto  il governo continua a sbandierare le riforme inutili (come la riforma elettorale, che serve a loro) quando poi veniamo alle statistiche pubblicano solo quelle positive, cio e`ci dicono che le assunzioni aumentano, ma non ci dicono quanti sono i posti di lavoro persi.
Se le nostre amate mogli avessero gestito l'economia domestica come i politici hanno gestito l'economia nazionale noi mariti saremmo finiti tutti in carcere a giocare a carte, per fortuna nostra non e` cosi.