Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Percorso

70° anniversario dell'olocausto

Scritto da Bonan Giacinto
Un giorno per ricordare la barbarie del genere umano,  molti sono stati i genocidi perpetrati per motivi razziali, ideologici, religiosi, o di altro genere, il più ricordato e` quello del popolo Ebraico, non possiamo dimenticare quello del popolo Armeno o lo sterminio di 22 milioni di Russi che per questioni personali o ideologiche contestavano il regime Stalinista senza trascurare le persecuzioni in corso in Africa o in Asia contro i Cristiani che vengono ignorate o appena segnalate, per la cronaca e cosi il potere politico o religioso dei giornalisti si dimostra prevalente alla giustizia sociale. RIFLESSIONI: la Libia era un paese Arabo tra i più  sviluppati e moderati, l'Italia nel tempo era riuscita a raggiungere ottimi rapporti di collaborazione, sia per i flussi migratori sia per gli scambi commerciali, ma tutto ciò sembra non fosse di gradimento agli U.S.A. alla Francia all'Inghilterra e alla Germania, cosi che con un intervento militare ben presto abbiamo rovesciato il regime di Gheddafi (con la complicità del nostro Governo fantoccio), facendo spazio ai rivoluzionari e ora ci troviamo con l'I.S.I.S. alle porte di casa nostra. Atro esempio: l'anno appena scorso una provincia dell'Ucraina (confinante con la Russia), con un referendum popolare ha scelto di unirsi alla Russia, se consideriamo che la popolazione di quel luogo parla la stessa lingua sembrerebbe naturale, ma per i padroni del vapore non va bene, da allora i gendarmi del pianeta si sono seduti al tavolo per studiare delle soluzioni atte a danneggiare la Russia, l'Unione Europea ha messo in atto l'embargo per alcuni prodotti, la Russia da parte sua ha fatto la stessa cosa, cosi anche questa volta ci siamo dati la zappa sui piedi, danneggiando l'esportazione dei nostri prodotti agricoli, alimentari e tecnologici. Questo va a dimostrare l'intelligenza dei nostri rappresentanti a Bruxelles. Propongo una riflessione: prima della caduta del muro di Berlino, nel nostro paese c'erano i Democristiani e i Comunisti: i primi definivano l'Unione Sovietica, l`impero del male, mentre i secondi definivano gli stati uniti d'America i guerrafondai. Allora riepilogando, il muro di Berlino e` caduto, l'Impero Sovietico si e` sciolto e si vuol far capire che il comunismo non c`e più; qualcuno mi sa dire dove sono finiti i comunisti, i democristiani e i socialisti? Che pur di rimanere in politica hanno cambiato casacca (purtroppo) e si sono infiltrati negli altri movimenti creando un nuovo partito oppure un nuovo contenitore chiamato PD il quale può  essere definito POTERE DOMINANTE , ma che di fatto e` il cattocomunismo, comandato a distanza dalla UE. Naturalmente continuano a raccontarci che lo fanno per il bene del paese! Purtroppo non e` cosi, questi continuano a depredare la parte produttiva del paese per ripianare i bilanci delle regioni, provincie e comuni del meridione con ROMA capitale (capofila). Un popolo dominato e distratto come il popolo Italiano ben presto senza accorgersi si troverà governato da una dittatura e credo che siamo molto vicini. La propaganda e` il seme delle dittature, e possiamo dire che da oltre tre anni l'abbiamo ricevuta a dosi massicce. Tutto per il bene  del paese ci viene propinato, pero` il paese continua a impoverire  e il governo, a camere riunite, continua a festeggiare tra applausi e abbracci. Nell'anno 2011 dopo le vacanze estive l'amatissimo e osannato Re Giorgio Napolitano ha annunciato con grande dolore che a causa dell'innalzamento dello spread ha dovuto sostituire l'allora presidente del consiglio Silvio Berlusconi  con un gruppo di tecnici. Naturalmente e`andato in onda il teatrino e quasi tutti hanno applaudito. Poi e` iniziato il secondo atto, che si conosceva da tempo; cioè` che il governo dei TECNICI ha approvato la legge per Roma capitale che consiste a un sacco di milioni di euro dati alla città di Roma, incondizionati, mentre i comuni del nord devono versare il contributo di solidarietà a favore delle amministrazioni che hanno sprecato e che continuano a sprecare. Terzo atto: il governo ha rinviato l'applicazione della spesa standard (che avrebbe dovuto andare in vigore il 31 marzo 2012, disciplinando la spesa pubblica) che  avrebbe generato  un risparmio annuo di circa 50 miliardi. Tutto ciò e` stato ricompreso nell'ambito del decreto salva ITALIA; dai frutti che ha prodotto sarebbe il decreto salva sprechi e privilegi; mentre a noi rimane il conto da pagare, da tenere in considerazione che sia il governo Monti, Letta e Renzi sono stati  sostenuti da partiti di destra e sinistra, (il tanto desiderato compromesso storico del defunto Aldo Moro e` avvenuto) quindi in sordina dopo 35 anni ci siamo arrivati. Negli ultimi 100 anni il popolo Italiano e` stato trascinato a dover combattere 2 guerre subendo centinaia di migliaia di morti per soddisfare le manie di conquiste: la prima dei Savoia e la seconda di Benito Mussolini. Ora siamo nel mezzo della terza guerra mondiale, purtroppo pochi se ne sono accorti e quelli che se ne sono accorti si adeguano al potere mondiale delle Banche e dell'Europa, la quale guidata dalla prepotenza della Germania, la quale detta condizioni ed impone restrizioni che chi ci sta governando le definisce riforme strutturali. Purtroppo altro non sono che: tasse, tagli, aumenti di accise, sigarette, liquori e tutto ciò che arriverà nel prossimo futuro. Ora possiamo consolarci! La terza guerra l'ha vinta la Germania, il governo Italiano continua con gli sprechi e la propaganda, il debito pubblico aumenta, la disoccupazione continua a salire, le tasche dei cittadini sono vuote e i nostri giovani per trovare lavoro devono cercarlo in altri paesi, UE oppure oltre mare e il governo continua a raccontare un sacco di frottole. Cloro che hanno un lavoro vivacchiano e quelli che non c'e` l'hanno sperano in tempi migliori che non arriveranno mai! I cittadini, dal canto loro, ogni volta che aumenta una tariffa o diminuisce un contributo, se la prendono con il comune, con la provincia, o con la regione; mentre il vero colpevole e` lo stato che con destrezza mediatica prima e con i tagli dopo mette in ginocchio i bilanci degli enti locali e i cittadini ignari raccolgono firme contro le sbandierate chiusure di certi servizi tagliando le gambe a se stessi: purtroppo ci siamo abituati. Prima mettiamo a disposizione le basi militari alla coalizione per bombardare la Libia, poi accettiamo di fare i mediatori per la pace, naturalmente con l`ISIS alle calcagna.